Consulta per la Giustizia europea dei diritti dell'Uomo

 

La Consulta per la Giustizia Europea dei Diritti dell'Uomo si è costituita il 13 giugno 1986, con lo scopo di far conoscere alle Associazioni culturali e sindacali degli Avvocati e dei Magistrati gli strumenti di tutela dei Diritti dell'Uomo, garantiti da norme internazionali: 
in particolare le norme di procedura per presentare i ricorsi individuali alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo, al fine di denunciare le violazioni alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, eventualmente commesse dallo Stato italiano.
La Consulta per la Giustizia Europea dei Diritti dell'Uomo ha sede in Italia, (00193) Roma, Piazza Cavour, Palazzo di Giustizia, presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.
 Hanno aderito alla Consulta per la Giustizia Europea dei Diritti dell'Uomo 24 ASSOCIAZIONI tra le più rappresentative del mondo forense e giudiziario.

 

 ELENCO DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI ALLA CONSULTA  

  • ASSOCIAZIONE GIURISTE ITALIANE (A.G.I.) 
  • SOCIETA'  ITALIANA DEGLI AVVOCATI  AMMINISTRATIVISTI
  • CAMERA NAZIONALE AVVOCATI PER LA FAMIGLIA E I MINORENNI (CamMiNo)
  • UNIONE ITALIANA FORENSE (U.I.F)
  • COMITATI DI AZIONE PER LA GIUSTIZIA
  • ASSOCIAZIONE GIURISTI DEMOCRATICI DI ROMA
  • I.Re.S.P.A. ISTITUTO REGIONALE DI STUDI SULLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • CAMERA AVVOCATI IMMIGRAZIONISTI di Roma

 

 

Gli organi della Consulta per la Giustizia Europea dei Diritti dell'Uomo sono:

l'ASSEMBLEA DEI SOCI, l'ESECUTIVO, il SEGRETARIO, il COLLEGIO DEI PROBIVIRI
il SEGRETARIO ha la rappresentanza verso i terzi.

COMPOSIZIONE ORGANI SOCIALI

Organi attualmente in carica

Composizioni Organi storici

 

 +++++++++++++++++++++++++++++++

 

Vi segnaliamo che l’Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani organizza il Corso di specializzazione in

Business and Human Rights.

 

Il Corso di specializzazione è articolato in quattro incontri che si terranno

 

il 19 maggio 2022 (9.30 – 12.30; 14.30 – 17.30)

 

e il 27 maggio 2022 (9.30 – 12.30; 14.30 – 17.30)

 

presso la sede del Consiglio Nazionale Economia e Lavoro (CNEL),

 

sito in via David Lubin 2 (RM).

 

È possibile partecipare in presenza o da remoto.

 

Il Corso offrirà ai partecipanti la possibilità di approfondire, con il contributo di autorevoli esperti in materia, professori universitari, avvocati, sindacalisti e rappresentanti delle imprese i seguenti temi:

  • profili introduttivi in materia di impresa e diritti umani;
  • le fonti e gli standard internazionali;
  • il piano di azione italiano “Impresa e diritti umani” 2021-2026 elaborato dal CIDU;
  • i tre pilastri dei principi guida delle Nazioni Unite: l’obbligo statale di proteggere i diritti umani, la responsabilità delle imprese di rispettare i diritti umani e l’accesso a rimedi giurisdizionali e non;
  • lo sviluppo sostenibile e la responsabilità sociale d’impresa;
  • due diligence, codici di condotta, responsabilità amministrativa delle imprese e non-financial reporting;
  • diritti umani e nuove tecnologie: dal diritto alla protezione dei dati alle criticità dell’industria 4.0;
  • diversità e inclusione nei luoghi di lavoro.

 

È possibile trovare maggiori informazioni sul corso in oggetto al seguente link: www.unionedirittiumani.it/formazione/business-and-human-rights/

PRIMO  INCONTRO  19 MAGGIO 2022, profili introduttivi

ore 9,30 - 12,30

Indirizzi di saluto:

Tiziano Treu– Presidente CNEL

Maria Masi* – Presidente del Consiglio Nazionale Forense

Francesco Caia – Coordinatore commissione diritti umani del Consiglio Nazionale Forense

Intervengono:

Maria Chiara Malaguti – Presidente dell’International Institute for the Unification of Private

Law (UNIDROIT)

Le sfide attuali tra diritti umani e impresa

Elena Sciso – Professoressa di diritto internazionale nell’Università LUISS Guido Carli

I principi guida ONU su impresa e diritti umani

 

Marco Fasciglione – Ricercatore di diritto internazionale presso l’IRISS-CNR

Le fonti e gli standard internazionali: OCSE e ILO

Fabrizio Petri – Presidente del Comitato interministeriale per i diritti umani

Il piano di azione italiano «Impresa e diritti umani»

 

II incontro – 19 maggio 2022

I tre pilastri dei principi guida ONU

 

h. 14.30 – 17.30

 

Fausto Pocar – Professore emerito di diritto internazionale nell’Università di Milano

L’obbligo statale di proteggere i diritti umani: il primo pilastro

Maria Beatrice Deli – Professoressa di diritto internazionale nell’Università del Molise

La responsabilità delle imprese di rispettare i diritti umani: il secondo pilastro

Anton Giulio Lana – Presidente dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Accesso ai rimedi giurisdizionali e non: il terzo pilastro

Sabrina Bruno – Professoressa di diritto privato comparato nelle Università UNICAL e

LUISS Guido Carli

Due diligence, codici di condotta e non-financial reporting

III incontro – 27 maggio 2022

Diritti umani e nuove tecnologie

h. 09.30 – 12.30

 

Alberto Gambino – Professore di diritto privato nell’Università Europea di Roma

Il diritto alla protezione dei dati personali tra diritto interno e sovranazionale

Marco Bentivogli – Componente della Commissione sull’intelligenza artificiale del Ministero

dello sviluppo economico

La legge sul lavoro agile: criticità e prospettive

Silvia Ciucciovino – Professoressa di diritto del lavoro nell’Università di Roma Tre

Le nuove questioni di regolazione del lavoro nell’industria 4.0 e nella Gig Economy

Angelica Bonfanti – Professoressa di diritto pubblico italiano e sovranazionale

nell’Università di Milano

Sviluppo sostenibile e responsabilità sociale d’impresa

IV incontro – 27 maggio 2022

Diversità e inclusione nei luoghi di lavoro

 

h. 14.30 – 17.30

 

Interventi dei rappresentanti delle imprese:

 

Davide Pelucchi – Direttore relazioni industriali gruppo Generali Italia

Federico Valtolina – Country industrial Relation manager ABB

Ruben Campagner* – Director Industrial relations HR Country management Europe

Electrolux

Intervengono:

Arturo Maresca – Professore di diritto del lavoro nell’Università La Sapienza

Il nuovo mercato del lavoro e il superamento delle diseguaglianze: l’impatto della

digitalizzazione e del remote working

Vincenzo Falabella – Presidente FISH Onlus

La Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità e la sua attuazione

nei luoghi di lavoro

Laura Guercio – Avvocata in Roma

La Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle

donne e la sua attuazione in Italia

 

*in attesa di conferma

 

Coordinamento Scientifico: Avv. Prof. Anton Giulio Lana

Segreteria organizzativa: Sig.ra Gioia Silvagni, Tel. 068412940 –

info@unionedirittiumani.it

Sono stati richiesti i crediti formativi per gli avvocati dal Consiglio nazionale forense.

La quota di partecipazione per l’intero corso è di € 164,00 oltre IVA (€ 200,00

complessivi), mentre la quota di partecipazione ai singoli moduli è di € 49,18 oltre IVA (€

60,00 complessivi), a copertura delle spese organizzative.

È possibile partecipare in presenza o da remoto. Ai fini della partecipazione in

presenza è necessaria l’esibizione di green pass in corso di validità ed è possibile

prenotarsi alle singole sessioni fino al raggiungimento del limite massimo di 50 posti.

A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Maggiori informazioni su www.unionedirittiumani.it/formazione/business-and-human-rights/  

 

 

 

“La tutela del diritto di proprietà nella CEDU” – II edizione seminario online

https://www.unionedirittiumani.it/formazione/tutela-diritto-proprieta-ce...

Il seminario, si articola in 2 incontri, che si terranno venerdì 1° aprile 2022 venerdì 8 aprlie 2022, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, in modalità streaming, attraverso la piattaforma GoToWebinar.

Iscrizione a “La tutela del diritto di proprietà nella CEDU”

Per iscriversi al Seminario è necessario compilare il modulo di iscrizione entro e non oltre il 31 marzo 2022. La compilazione del modulo richiede la sincronizzazione della propria e-mail oppure il possesso di un account Gmail, che può essere facilmente creato al seguente link e l’effettuazione del bonifico come di seguito:

Intestato a: UFTDU
Causale: Nome/Cognome-Seminario Proprietà
IBAN: IT12X0306909606100000060078

Il modulo di iscrizione è disponibile al seguente link: https://forms.gle/H4kLZ8iLBQ8MmckB9

La quota di partecipazione al seminario è di 100,00 € oltre IVA (122,00 € comprensiva di IVA) per gli iscritti entro il 6 marzo 2022, mentre a partire dal 7 marzo 2022 la quota di iscrizione ammonta a 123,00 € oltre IVA (150,00 € comprensiva di IVA).

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla segreteria dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani (Sig.ra Gioia Silvagni), tel. 06-8412940, email: info@unionedirittiumani.it.